Mazzarella Press Office

EMP 1

giovedì 23 febbraio 2012

KING - Forged By Satan's Doctrine

Deathgasm

Medellin, Colombia: cosa vi suggerisce questo luogo del Sud America? Se le vostre sensazioni o immagini interiori sono legate alla criminalità, del quale si è sentito nelle news o nei film, sappiate che la musica dei Colombiani King è anche più spietata e dannatamente criminale. Infernale, è questo il termine più adatto. I King con "Forged by Satan's Doctrine" dichiarano intenti di guerra ad ogni cosa, attraverso un sound death metal dai connotati estremi e, appunto, infernali. Pensate alla psicotica e malata velocità dei Deicide e sfiguratela con quelle meravigliose, necrotiche, sepolcrali e perverse plettrate dei Morbid Angel ed ecco spiegato di cosa sono capaci questi invasati. I nomi suddetti lasceranno anche intuire che non sono alfieri di novità, non lo sono anche nella intro, ma alla partenza di "No Pray No Mercy Just Death (Unpromised Satan)" (e che titolo!) si viene sbattuti al pavimento da un vento sonoro di proporzioni immense. La qualità audio non è perfetta, ne soffre molto la batteria, ma incredibilmente chi ha manovrato la consolle, ha poi restituito gli spazi giusti ad ogni strumento. Ecco che l'album sprigiona la sorpresa Raken, un bassista dalle doti rilevanti e che non perde occasione di mettersi in mostra. Non sfigurano Baleck, un batterista assolutamente dinamico e il dualismo tra Israel Bathroz Sathanas Lucifer e Zarthan Avtomat Kalashnikova, due figli di Kerry King, Brian ed Eric Hoffman, Jeff Hanneman, Trey Azagthoth, oltre ad essere le due voci possedute e malate. I King sono dei mostruosi esecutori di morte, all'opera attraverso un sound di 20 anni fa, ma la band non lo lascia ad intendere per troppo tempo durante i brani, vista la spietata capacità esecutiva che imprigiona la mente dell'ascoltatore.

Voto: 7,5/10

Alberto Vitale