ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

lunedì 27 febbraio 2012

IRDORATH - Dekonstrukteur Des Fleisches

Massacre Records

Delude e non poco questo ultimo disco degli Irdorath, band austriaca attiva da circa sette anni. Questo Dekonstrukteur Des Fleisches, edito per la teutonica Massacre Records, è il loro secondo lavoro in studio, che segue a diversi anni di distanza dal lavoro d'esordio Götterdämmerung (Zorn der Elemente). Da un punto di vista musicale, suonano uno scontato black metal, fondamentalmente ispirato alla scena scandinava, in particolare a quella norvegese, ma senza alcun tipo di elemento attrattivo. Diciamolo subito, Dekonstrukteur Des Fleisches è un disco scadente, anche da molti punti di vista. Il disco è scontato, gli arrangiamenti sono banali ed i brani nel complesso sono strutturati ed articolati in modo mediocre. E' un disco che stanca, che non scorre mai in modo fluido e nel quale sai sempre ogni brano dove vuole andare a parare. Francamente da un gruppo che ha diversi anni di attività alle spalle ed un labeli di spessore come la Massacre che li supporta, è lecito attendersi molto, ma molto di più. Anche il livello tencino non è un granché, ma il fattore che più rovina la musica degli Irdorath è la testardagine di usare la lingua tedesca nei testi, che li rende ancora più inascoltabili di quelli che già sono. Mediocre anche la produzione, quasi amatoriale. Album da scartare completamente.

Voto: 4/10

Maurizio Mazzarella