Mazzarella Press Office

EMP 1

Nuclear Blast 1

Nuclear Blast 4

Athlantis

venerdì 17 febbraio 2012

DRUDKH - Eternal Turn Of The Wheel

Season Of Mist

Attivi da dieci anni esatti e povenienti dall lontana Ucraina, i Drudkh giungono con la pubblicazione di questo ultimo Eternal Turn Of The Wheel, edito dalla label francese Season Of Mist, alla pubblicazione del proprio nono lavoro in studio, facendo ritorno sul mercato discografico a distanza di circa due anni dal precedente Handful of Stars, intervallato dall'EP Slavonic Chronicles uscito più o meno nello stesso periodo. Il gruppo ucraino suona un purissimo e finissimo black metal, ovviamente fortmente influenzato dalla scena primordiale norvegese, anche se in loro si può notare una discreta personalità, che persegue comunque un'identità molto precisa. Il disco nel complesso è ben fatto, non ha nulla di diverso onestamente a tantissimi altri prodotti dello stesso settore, quindi non c'è nulla di innovativo ed eclatante, ma i Drudkh con profonda intelligenza hanno fatto tutto in modo diligendo, mettendo ogn tassello al proprio posto. Da un punto di vista tecnico la band si dimostra sempre all'altezza, pur senza esaltarsi particolarmente ed inoltre i componimenti sono ben ponderati, nel senso che si spazia con equilibrio tra momenti dai ritmi elevati, ad altri dai toni più bassi, ma sempre e comunque fluidi. Non è un disco dalla presa immediata, proprio per via di una complessità di fondo presente negli arrangiamenti e per via di una poca accessibilità degli stessi brani, ma è comunque stato creato con competenza. Due sono gli aspetti negativi, ovvero l'eccessiva prolissità dei brani e la produzione, il suono infatti in cert frangenti non è del tutto esaltante. A conti fatti gli amanti del genere apprezzeranno.

Voto: 6,5/10

Maurizio Mazzarella