ANSA

Mazzarella Press Office

Cerca nel blog

EMP 1

mercoledì 22 febbraio 2012

ANGEL WITCH - As Above, So Below

Rise Above Records

Cosa sarebbe l’heavy metal oggi se gli Angel Witch non fossero mai esistiti? E’ davvero una domanda molto complesso, che forse non troverebbe mai risposta, perché non c’è mai la prova del contrario. Il dato di fatto è che gli Angel Witch hanno avuto un ruolo fondamentale nella storia del metal, in particolare di quella scena denominata N.W.O.B.H.M. e sono importanti al pari di gruppi come Judas Priest, Saxon ed Iron Maiden. Forse la vita non ha consentito di raccogliere il successo delle altre band appena citate, ma per chi conosce bene la scena, questa band ha certamente una notevole considerazione. Era il 1980 quando venne dato alle stampe il loro primo disco dal titolo omonimo e la scena era in pieno fermento. Il resto è storia, Screamin' n' Bleedin' e Frontal Assault usciti entrambi nella metà degli anni ottanta, sono ormai degli autentici capisaldi delle discografie di ogni metallaro che si rispetti e quel lungo silenzio che perdurava dal 1986, non ha fatto altro che rendere sempre più leggendario il nome degli Angel Witch. A tanti anni di distanza, la Rise Above Records ha dato a questa gloriosa band la possibilità di tornare sul mercato discografico con questo eccellente As Above, So Below, un disco che ci mostra gli Angel Witch in uno stato di forma smagliante, come se il tempo non fosse mai passato. La ricetta è sempre la stessa, quello di heavy metal molto melodico e tecnico, ma anche molto intenso e spontaneo, con la chitarra di Kevin Heybourne che domina per tutto l’album e che ammalia con la su voce singolare, forse non spumeggiante e tagliente come quelle di Bruce Dickinson e Rob Halford, non cruda e graffiante come quella di Paul Di Anno, ma certamente avvolgente e passionale. Le canzoni sono tutte stupende, non c’è mai un calo di tono, tutto è stato fatto alla perfezione. Il talento compositivo è notevole, lo spessore tecnico è sbalorditivo, ma ciò che piace è la grande spontaneità di un album che si riporta al presente una delle migliore band in assoluto del mondo metal, del quale ne sentivamo davvero la mancanza. Il motivo è semplice, negli Angel Witch non traspare alcuna logica di mercato, ma solo la voglia di rimettersi in gioco, cercando di dare il massimo e direi che ci sono riusciti, per questo fare vostro As Above, So Below e gioverete della grande musica di questi immensi musicisti. Provare per credere. Bentornati Angel Witch!!!

Voto: 8,5/10

Maurizio Mazzarella